N-EURO2004 – VENGHINO SIORI VENGHINO !

 

ESORDIO IN SALITA PER I PADRONI DI CASA

 

Molto Porto, poco Gallo, ancora meno Figo.

 

Carlsberg Man of the Match: Theodoros Zagorakis (detto Pippo)

 

 

 

 

 

 

LAURSEN, ACCIPICCHIA

L’algido biondo panchinaro culastriscie che fa ? Si fa vendere all’Aston Villa poi va in nazionale, vede azzurro, non capisce più niente e sfodera una prestazione da Baresi !

Annullato Del Piero, cancellato Vieri, Camoranesi era in gita a Lourdes. Il Martin riceve passaggi sulla trequarti che facevano tremare noi tifosi rossoneri, dribbla arbitri, guardalinee, Trap, Riva, due barellieri e smista in profondità Zidane-like. Imbarazzante !

 

ITALIA-DANIMARCA: LA SOLITA ITALIETTA

San Buffon partitone, Nesta onesto, gli altri da piangere. Il Trap come al solito la squadra gli é piaciuta (a noi ha fatto schifo). Forse alla prossima riusciamo a segnare un gol (che, come noto, aiuta a vincere le partite).

 

VAN DER SAR SI CONFERMA UNA PIPPA

Crossetto dalla sinistra di Crucco Frings, palletta idiota che rimbalza in area, sul palo ed in porta sotto lo sguardo esterrefatto del Mitico ex-portiere della Juve. I telecronisti si azzuffano: gol di Kuranyi di sopracciglia, no Worns di muco, no Schneider di peli delle orecchie. Alla fine, salomonicamente, la regia internazionale decreta: gol di Frings. Di culo.

 

TIFOSI IN OUTSOURCING !!!

Giuro che l’ho visto in tv: durante Italia-Svezia due tifosi portoghesi (si capiva dai colori sulla faccia) che esultano al gol di Cassano !

 

ITALIA-SVEZIA: ADESSO ODIO TRAPATTONI

Come tifoso dell’Italia sono sempre stato equilibrato, fare il ct non é facile, io di calcio capisco poco, in fondo ho studiato alla Bocconi e lì il 4-3-3 non te lo insegnano. Ma porca zufola, mi dico, il Trap con un colpo di ingegno (del fondoschiena) azzecca la formazione, Pirlo un orologino, Ringhio-muraglia, Cassano sontuoso, Pinturicchio si risveglia, gli altri da encomio (tranne il macho Vieri che sembra un PZERO sgonfio), la Svezia piccola piccola, sbagliamo l’impossibile (grazie al PZERO di cui sopra). Nel secondo tempo il Trap, secondo la sua natura mette dentro due terzini e un centrocampista per tre attaccanti (voleva mettere dentro anche Toldo al posto di Vieri ma l’hanno fermato) e riusciamo a farli pareggiare. Anche un tifoso equilibrato come me gli girano !

 

OLANDA-REPUBBLICA CECA: FINALMENTE UNA PARTITA

 

Bel partitone, aggressivo e selvaggio. Finalmente si capisce perché la Repubblica Ceca é tra le squadre favorite: 1) corrono 2) tirano 3) difendono 4) pressano 5) sorridono all’arbitro.

Grandioso l’operaio Poborsky, gran centravanti Koller.

 

Bisogna però dire a Nedved di:

1) tagliarsi la tendina anteriore

2) tentare ogni tanto di fare uno sguardo intelligente o almeno presente

3) smetterla di terrorizzare portieri, pali e traverse con quelle mine da 40 metri !

 

 

 

VIERI UOMO VERO !

Meno male che c’é lui a ricordarci che uno che fa pubblicità al CEPU é più uomo di venti giornalisti (dei quali almeno la metà statisticamente laureati) ... Canalis, oh Canalis, narraci le gesta del Bobo nazionale, ma davvero quando siete a letto non si eccita se non ci sono Recoba e Van Der Meyde che spingono da dietro ?!?

 

PREOCCUPAZIONE NEL CLAN AZZURRO PER UNA POSSIBILE COMBINE TRA SVEZIA E DANIMARCA

 

Dichiarazioni degli italiani:

 

Dichiarazioni degli svedesi:

 

Dichiarazioni dei danesi:

 

GIRAMENTO DI PALLE NEL CLAN AZZURRO PER LA COMBINE TRA SVEZIA E DANIMARCA

I tifosi scandinavi intervistati prima della partita dichiaravano unanimi: “2-2 poi sbronza collettiva alla facciaccia degli italiani”.

I ct di Svezia e Danimarca sono usciti a cena la sera prima della partita per decidere:

  1. dove andare in vacanza con le rispettive mogli
  2. dove andare a sbronzarsi dopo il pareggio per 2-2 e l’eliminazione degli italiani
  3. chi avrebbe segnato i quattro gol

Detto che usciamo a testa alta (altrimenti ci prendono a ceffoni i sette nani), siamo riusciti a:

  1. far sembrare la Bulgaria uno squadrone
  2. coprirci di ridicolo dicendo che svedesi e danesi sono puri ma siccome giocano all’estero sono diventati furbi come noi (sic!)
  3. coprirci di ridicolo sostituendo uno buono (Corradi) con uno rotto e sgonfio (Vieri)
  4. coprirci di ridicolo criticando il Trap per la mancata convocazione di Roberto  Baggio (effettivamente ci mancavano giocatori rotti e fuori forma)

Svezia e Danimarca dal canto loro hanno recitato un bel film, pieno di spettacolo, gol e passaggi smarcanti (l’ultimo dei quali effettuato dal portiere danese a favore di un attaccante svedese) e ci hanno buttato fuori (come é giusto che sia).

 

DICHIARAZIONI SURREALI

 

GLI AZZURRI TORNANO A CASA. NESTA SFIDA INDOMITO LA FOLLA INFEROCITA.

Il volo charter Alitalia che ha riportato in patria i nostri azzurri ha fatto tappa ieri sera all’aeroporto di Malpensa. Fuggi fuggi generale dalle porte di servizio tranne il mitico Alessandro che gli hanno fatto uno scherzo e gli hanno detto che fuori ad aspettarlo c’era Stam e lui urlando: “Jaap, Jaap, quest’anno non ne passa uno, non c’é più quel morto in piedi di Maldini in mezzo, l’abbiam spedito sulla fascia !” si scapicolla fuori e trova: 1) 300 tifosi inferociti 2) Paolo Maldini 3) Cesare Maldini 4) Adriana Fossa Maldini 5) Odoacre Maldini (un cugino di terzo grado) 6) Galliani 7) Ancelotti con la formazione 2005 in mano (con 1 punta, Stam a sinistra e Paolo Maldini al centro con Nesta) 8) Berlusconi con la VERA formazione 2005 in mano (con 2 punte, Nesta in panchina, Stam a destra, Laursen di ritorno dall’Aston Villa al centro con CESARE Maldini e Fassino a sinistra).

Accortosi della gaffe va da Vieri e gli dice: “tu che sei un uomo vero vai a parlare con quelli ...”

 

ANCHE LA GERMANIA A CASA – VOELLER SI DIMETTE

La Germania perde per 2-1 con la Repubblica Ceca imbottita di riserve, va a casa e Voeller si dimette. Dichiarazione a caldo del mitico Rudi: “Io spagliato formazione kuinti andare a kasa, non kome Trap che aspetta di inkassare cuattordicesima !”

Il Trap, informato dell’incauta dichiarazione ribatte: “In Germania la quattordicesima la pagano a fine maggio!”

Rudi, per ricambiare signorilmente il vile affronto contraccambia: “Ya, però in Cermania pakiamo tasse!”

Il Trap, infuriato, chiude: “Si, io però devo tollerare Carraro, Riva e le telecronache di Sandreani!”.

 

Se ci capite qualcosa voi ...

 

FERMATO PER DOPING IL MEDICO SOCIALE DELLA REPUBBLICA CECA

(riportiamo fedelmente da Sportal.it) – Qual è il segreto del Pallone d'Oro Pavel Nedved? La tenacia? L'allenamento? Il carattere? No, la verità è un'altra ed è convinto di conoscerla solo il medico sociale della Nazionale ceca: il centrocampista della Juventus ha due ginocchi unici al mondo, perchè divisi in tre parti.

La struttura ossea della sua rotula, sia quella della gamba destra sia della sinistra, è infatti divisa in tre frammenti ossei, a differenza della norma che prevede una rotula composta da un osso unico. A rivelarlo è Petr Krejci, che sostiene di considerare il ginocchio di Nedved "unico al mondo".

"Per quanto ne so esiste solo un 1% di casi di una rotula divisa in due parti, ma nessun caso di rotula separata in tre parti. E' questo a spiegare il particolare modo di correre di Pavel Nedved, che gli garantisce un totale controllo del pallone nello stop e in palleggio"

Qualcuno conosce particolari anatomici che rendono Rocco Siffredi un mito nel suo settore ?

 

INGHILTERRA ELIMINATA DA RICARDO PEREIRA, PORTIERE DEL PORTOGALLO

Bel partitone (mi dicono, io non l’ho visto), ai rigori il portiere del Portogallo para il rigore decisivo dell’Inghilterra e poi segna il rigore decisivo a favore del Portogallo.

Passano inosservati i rigori alle stelle di Rui Costa e Beckham che sbagliano come due principianti mentre i loro compagni difensori (noti per la sensibilità podale e per le estremità a forma di beauty case) gonfiano impietosamente la rete degli avversari!

 

PATRONIMICI

Genesi dei nomi svedesi: tendenzialmente patronimici, con alcune eccezioni.

Patronimici:

Eccezioni:

 

GODO COME UN RICCIO: I FRANCESI A CASA

I piccoli greci mandano a casa lo squadrone transalpino, di Zidane in campo nessuna traccia, l’hanno visto che mangiava baguettes per la rabbia alla fine della partita, invisibili Trezeguet e Henry (visti a fine partita mangiare la feta per la rabbia).

Sul gol del simpatico Charisteas Barthez stabilisce il recordo mondiale di dormita lampo e la palla va nel sette dopo un cross ed un colpo di testa da manuale del calcio, peccato che non c’era un difensore francese a pagarlo oro …

Così forse i mangiarane smetteranno di cagoneggiare ai quattro angoli del globo terracqueo. Mi ricordo il 1998 quando vinsero il mondiale e io ebbi la ventura di andare in vacanza in un Club Med in Marocco: due settimane a vederesti imbecilli che si mettevano in fila sul bordo della piscina cantando: “On est les Champions, on est les Champions”. Noi italiani masticavamo amaro e li battevamo a calcetto, li battevamo a calcetto e masticavamo amaro, comunque loro sono tutti cornuti in quanto un recente studio ha dimostrato che l’80% delle donne francesi cerca sistematicamente avventure extraconiugali e quelle che non hanno il marito si fanno andar bene quello delle altre …

 

RIGODO COME UN RICCIO: SVEZIA A CASA

Zlatan Ibrahimovic (evidentemente figlio di un impiegato dell’anagrafe fiscale, che kavolo di nome è Zlatan ?!?) dopo aver segnato all’Italia senza guardare la porta canna il rigore decisivo che manda a casa la squadra dei biondini !

 

 

 

 

TRIGODO COME UN RICCIO: DANIMARCA A CASA

E stasera si conclude il trittico della vendetta: anche Laursen va a casa, così la smette di giocare come Platini e così impara a fare combine con gli svedesi, quei cattivoni ! (nella foto il mitico Baros, punta ceca che ha maramaldeggiato in lungo ed in largo nella difesa danese infilando due pere alla facciaccia di Helveg & Soci)

 

 

 

 

CLAMOROSO: DANIMARCA SVIZZERA SVEZIA BULGARIA GERMANIA RUSSIA SPAGNA OLANDA LETTONIA REPUBBLICA CECA INGHILTERRA CROAZIA FRANCIA MA SOPRATTUTTO ITALIA E PORTOGALLO PERDONO L’EUROPEO !

Sbeffeggiando il pronostico, sghignazzando in faccia alla logica, inchiodando la fama e l’inanità dei fraseggi delle sue stelle migliori al duro legno dell’immensità di un gioco sempre uguale a sé stesso ma proprio per questo creativo e inatteso oltre che capace di creare sgomento, angoscia, senso di soffocamento, un vago prurito all’alluce destro e un franco giramento di palle agli avversari inermi,  Danimarca Svizzera Svezia Bulgaria Germania Russia Spagna Olanda Lettonia Repubblica Ceca Inghilterra Croazia Francia ma soprattutto Italia e Portogallo perdono l’europeo. Carneade, chi era costui ? Probabilmente il centravanti della Grecia, quel Charisteas che era ignoto ai più, accompagnato da quella simpatica combriccola di operai del pallone come l’astuto Vryszas, il veloce Tsiartas, l’autoritario Karagounis, il granitico Mikopolidis, il geometrico Basinas, l’inutile Giannakopoulos, il fervido Katsouranins, l’offensivo Katsis, il casuale Dellas e quell’improbabile ct tedesco dal nome impronunciabile per l’effervescenza delle ‘h’ che lo compongono.

 

_______________________________________________________________________

Questo europeo strano, bellissimo, combattuto e imprevisto ha soddisfatto noi veri tifosi dell’unico vero idolo: il Pallone

Daniele – 5 luglio 2004.

_______________________________________________________________________

 

“Signor Arbitro, è tutto regolare, sono entrato sulla PALLA!”